Esserci aderisce alla “Camminata antirazzista”

La cooperativa Esserci aderisce alla Camminata antirazzista promossa da Regione Piemonte e UISP in occasione della XIV Settimana d’Azione contro il Razzismo (19-25 marzo 2018).
Si tratta di un grande evento di partecipazione popolare per dire no al razzismo e alle discriminazioni, organizzata in collaborazione con enti e federazioni sportive.

La Camminata costituisce il momento conclusivo del progetto FAMI “Piemonte contro le discriminazioni”, di cui la Regione Piemonte è capofila, in partenariato con IRES Piemonte, EnAIP Piemonte, Casa di Carità Arti e Mestieri e UISP Torino e sarà occasione per coinvolgere tutte e tutti coloro che hanno partecipato alle molteplici attività progettuali. Avviato a novembre 2016, il progetto si è inserito nel quadro di attività di promozione dei diritti e lotta contro le discriminazioni portate avanti dalla Regione, in collaborazione con soggetti pubblici e privati, per dare concreta attuazione alla Legge Regionale 5/2016 “Norme di attuazione del divieto di ogni forma di discriminazione e della parità di trattamento nelle materie di competenza regionale”. A conclusione del progetto, è stata costituita una Rete regionale contro le discriminazioni, coordinata dalla Regione Piemonte con il supporto di IRES Piemonte, e articolata in 8 Nodi territoriali - uno per ciascun territorio provinciale e metropolitano - e oltre 80 Punti informativi distribuiti capillarmente su tutto il territorio regionale.

Tra le molteplici attività formative e informative realizzate, un’attenzione specifica è stata dedicata all’ambito sportivo: per diffondere una cultura di prevenzione e contrasto delle discriminazioni, favorendo la conoscenza e la comprensione reciproca nei contesti sportivi, sono stati realizzati laboratori rivolti a tecnici/tecniche, allenatori/allenatrici e dirigenti di associazioni sportive e ricreativo-culturali.

PROGRAMMA

La camminata si svolgerà a Torino sabato 24 marzo 2018, attraverserà il centro della città seguendo un percorso di circa 3 km, e sarà accessibile a tutti.

ore 15: ritrovo in piazza S. Carlo a Torino
ore 16: partenza della camminata
ore 17: arrivo in piazza S. Carlo a Torino
ore 18: conclusione della manifestazione.

In piazza San Carlo sarà allestita una pedana che ospiterà interventi e testimonianze per tutta la durata della manifestazione.

La Corsa de L’Ora

Giovedì 22 marzo alle ore 21 tornano a Luoghi Comuni Porta Palazzo le “Visioni condivise”, con la proiezione in anteprima regionale del documentario La corsa de l’Ora di Antonio Bellia (Italia 2017, 64') che sarà presente in sala per incontrare il pubblico insieme all'editorialista ed ex direttore de «La Stampa» Marcello Sorgi; l'incontro sarà moderato dal giornalista e social media manager dell'AMNC Davide Mazzocco.
L’evento è a ingresso libero fino a esaurimento posti disponibili in sala.

Il documentario ripercorre tra cinema e fiction la storia del battagliero quotidiano palermitano, fucina di firme prestigiose, sempre in prima linea nel denunciare la mafia. Le vicende del quotidiano, che chiuse i battenti nel 1992, si intrecciano con quelle della città di Palermo e con l’impegno di tanti intellettuali, giornalisti, scrittori che frequentarono la redazione e che fecero del «L’Ora» qualcosa di più di un semplice giornale d’opposizione. LEGGI TUTTO

“Percorsi”, progetto di educazione al risparmio

Anche quest'anno Antonio Cajelli, educatore finanziario, ha ricevuto l'affidamento della preparazione e gestione dei corsi per l'educazione al risparmio di "Percorsi", progetto di asset building (costituzione di un patrimonio familiare) promosso dall’Ufficio Scolastico Regionale per il Piemonte e dall’Ufficio Pio della Compagnia di San Paolo, con il contributo della Commissione Europea per le attività di valutazione.
La cooperativa Esserci collaborerà al progetto per l'attività di erogazione degli incontri formativi.

Con il progetto "Percorsi” gli studenti di quarta e quinta delle scuole secondarie di secondo grado pubbliche o paritarie legalmente riconosciute (licei, istituti tecnici, istituti professionali) possono ottenere fino a 8.000 Euro a fondo perduto da usare per le spese connesse agli studi e alle attività formative e culturali.
Durante il progetto sono previsti un accompagnamento personale e un percorso di educazione al risparmio.