Guido Geninatti confermato alla guida di Federsolidarietà Piemonte

geninattiMartedì  13 maggio si è tenuta a Torino l’assemblea regionale delle cooperative sociali di Federsolidarietà Confcooperative Piemonte, con l’elezione degli organi sociali che guideranno la federazione nei prossimi anni. E’ stato confermato alla presidenza Guido Geninatti, che giunge così al suo secondo mandato.

“Con 23.500 occupati nella regione, erano 16.800 nel 2010, le nostre 360 cooperative sociali confermano un trend positivo” ha affermato Guido Geninatti “il fatturato in quattro anni è passato da 500 milioni di euro a 650. Questi risultati sono stati ottenuti nonostante i gravi problemi dovuti alla crisi con il conseguente aumento dei bisogni delle famiglie, dei giovani, delle persone svantaggiate”.

Le nostre cooperative sono imprese sociali che pongono al centro del loro impegno i beni comuni, erogando servizi sociali, occupandosi di salute, accompagnamento al lavoro, inserimento lavorativo, educazione, fragilità abitative e integrazione.

Federsolidarietà Piemonte punta ora a una nuova fase di sviluppo, per costruire politiche che aprano a un nuovo welfare, ad ampia partecipazione dei cittadini e delle comunità locali, anche e soprattutto attraverso le imprese cooperative, che sono espressione di una diversa forma di economia locale, democratica e partecipata.

Proprio stamane il premier Renzi ha lanciato le linee guida per la riforma del terzo settore, di cui le cooperative sociali fanno parte. Nel corso dell’assemblea di Federsolidarietà Piemonte il presidente nazionale della federazione Beppe Guerini ha espresso soddisfazione per questa azione del Governo, e anche per il metodo utilizzato: “Parteciperemo sicuramente alla consultazione, e condividiamo la necessità di una riforma del terzo settore, e anche l’interesse e l’attenzione da dedicare in particolare all’impresa sociale e al servizio civile”.

Fonte: Confcooperative Piemonte

Archivio notizie