skip to Main Content
Disabilità

Attraverso i progetti rivolti a persone con disabilità vogliamo realizzare l’art. 38 della Costituzione Italiana relativo al diritto all’educazione, all’avviamento professionale e all’assistenza delle persone “inabili”, nonché alla promozione umana, valorizzandone le diversità e facilitandone per quanto possibile l’integrazione sociale.
Organizziamo eventi culturali che permettano di far riflettere sul valore della biodiversità e sull’importanza di individuare strategie per il superamento dello stigma sociale.

PROGETTI

AgriCAD
Centro di Attività Diurne rivolto a persone con disabilità.
E’ un servizio incentrato sull’agricoltura sociale e sul giardinaggio; inoltre offre la possibilità di sperimentarsi in diversi laboratori creativi-manuali.
L’obiettivo del servizio è quello di proporre attività e sollecitazioni attraverso l’agricoltura e il florovivaismo. Il ciclo dal seme al frutto aiuta i partecipanti a diventare responsabili.
Il prendersi cura di qualcuno/qualcosa è il concetto principale di un percorso di crescita e di mantenimento delle capacità e dell’autonomia.
carta del servizio AgriCAD

info
via Valdengo, 22 – Torino
agricad@esserci.net
tel. 3807757077

_____________

Aladino
Servizio attivo dal 1996 e rivolto a persone con disabilità di tipo intellettivo lieve, medio e grave e fisico. L’offerta prevede attività di tipo educativo, accompagnamento e monitoraggio lavorativo e attività di tempo libero.
Dal 2017 il progetto è portato avanti dall’Associazione Aladino con la supervisione della cooeprativa Esserci

info
assoc.aladino@tiscali.it
www.associazionealadino.it

_____________

CAD 18° Piano
Centro Attività Diurne rivolto a persone con disabilità intellettiva medio-lieve. E’ un servizio che diventa riferimento per poi avviare percorsi di autonomia, a seconda dei bisogni di ognuno, offrendo spazio per la relazione e per raggiungere un certo benessere. Offre la possibilità di partecipare a diverse attività e laboratori, dove potersi sperimentare, allenare, scoprire per intravedere le proprie capacità e difficoltà, interessi e possibilità.
Carta del Servizio CAD 18° Piano

info
Via Capriolo, 18 – Torino
tel 011 3851723
18piano@esserci.net

_____________

CAD L’Arco
Centro per persone con disabilità intellettiva medio-lieve. E’ un luogo in trasformazione alla ricerca della possibilità di proporre la miglior offerta possibile di lavoretti, attività, impegni, mansioni e responsabilità. Offre la possibilità di partecipare a diverse attività e laboratori, dove potersi sperimentare, allenare, scoprire per intravedere le proprie capacità e difficoltà, interessi e possibilità.
Carta Servizio CAD L’Arco

info
Via Capriolo, 18 – Torino
tel 011 3835245
larco@esserci.net

_____________

Comunità TETRIS
Comunità residenziale di tipo C, rivolta a persone con disabilità medio-gravi.
Dispone di 10 posti residenziali oltre a 2 posti riservati alle situazioni di tregue/pronti interventi. Le attività socio-educative interne ed esterne sono rivolte a promuovere: il benessere degli ospiti, il mantenimento e la creazioni di reti e di relazioni significative.
Carta Servizio Tetris

info
via Valdengo, 24 – Torino
tel 011 0745379 | 327 1722930
tetris@esserci.net

_____________

Peer Housing

_____________

CISA Gassino
Si tratta di un servizio composto da diversi tipi di intervento:

Educativa Territoriale Minori
Il Servizio di Educativa Territoriale Minori si rivolge ai minori seguiti dal Servizio Sociale consortile e si realizza nel loro contesto familiare e socio-ambientale di vita. È intesa come risorsa da attivare a sostegno della crescita affettiva e socio-relazionale del minore e delle funzioni educative genitoriali, nelle situazioni di disagio, di rischio evolutivo, di difficoltà relazionali e comportamentali, di difficoltà di integrazione con rischio di emarginazione, di deprivazione, di carenza di risorse e competenze all’interno della famiglia tali da condizionare in modo negativo la crescita del minore.

La principale finalità del Servizio di Educativa Territoriale è la realizzazione di azioni di sostegno rivolte a minori appartenenti a nuclei familiari che presentano elementi di fragilità allo scopo di prevenire, superare e contrastare l’instaurarsi di situazioni di sofferenza psico-affettiva, di emarginazione, di devianza e il ricorso agli inserimenti residenziali.

Luogo neutro
Il Luogo Neutro è uno spazio protetto dove genitori e figli, coinvolti in situazioni familiari altamente conflittuali, possono mantenere vive le reciproche relazioni affettive. Il destinatario principale delle prestazioni e dei servizi offerti nel Luogo Neutro è il bambino e il suo diritto a mantenere relazioni significative e regolari con entrambi i genitori.
È un servizio volto a mettere a disposizione del bambino un luogo ed un tempo neutrali rispetto ai conflitti, nei quali poter sperimentare relazioni le più possibili serene con i genitori.
Il Servizio, inoltre, si fonda sulla constatazione che in modo sempre più ampio e frequente l’Autorità Giudiziaria prescrive ai Servizi Sociali Territoriali di organizzare, attivare e gestire incontri in ambito protetto tra genitore/i non affidatario/i e figli, ma anche con altre figure adulte presenti nella storia del minore, all’interno del quale gli operatori coinvolti sono chiamati a sostenere la relazione e a sviluppare percorsi di osservazione e di valutazione.
Il Servizio ha come finalità quella di garantire uno spazio tutelato e un tempo idoneo a osservare, valutare, accompagnare e mediare la relazione tra i genitori e figli, o tra i minori e altri adulti di riferimento, nei casi in cui l’Autorità Giudiziaria o i Servizi Sociali stessi valutino opportuno garantire la protezione del minore e il diritto del/i genitore/i, o di altri adulti di riferimento, a mantenere o ristabilire una continuità nella relazione con il/i figlio/i in una situazione di fragilità familiare, maltrattamento, trascuratezza e abuso in un ambito di tutela e protezione del minore.

Educativa Territoriale Disabili
Il Servizio di Educativa Territoriale Disabili fa parte della rete dei servizi e degli interventi territoriali dell’area disabili e s’inserisce in un ambito di attività locali atte a promuovere il benessere ed il miglioramento della qualità della vita della persona disabile e del suo nucleo familiare.
Il Servizio ha una particolare attenzione anche verso la prevenzione del rischio di emarginazione sociale che le persone disabili e le loro famiglie vivono e derivante da:

  • difficoltà o impossibilità, da parte delle persone disabili e delle famiglie, di avvicinarsi ai servizi;
  • difficoltà di integrazione sociale delle persone disabili;
  • presenza di un territorio che morfologicamente non facilita i processi di integrazione.

L’integrazione sociale e sul territorio e l’attenzione ai bisogni delle persone prese in carico dal servizio, costituiscono gli elementi portanti degli interventi del Servizio di Educativa Territoriale.
Pertanto si ritiene che la progettazione non possa prescindere dall’individuazione di una metodologia di lavoro capace di ideare risposte sempre più efficaci ai bisogni, soprattutto se si tiene presente che il contesto nel quale viene svolto l’intervento è quello dell’ambiente di vita della persona disabile (ambito familiare e territoriale), con tutta la complessità che da questo costantemente si genera.
Il Servizio deve perseguire la finalità prioritaria di favorire la qualità della vita e il benessere della persona disabile presa in carico.
L’intervento, realizzato da personale specialistico di tipo educativo, deve essere attuato nei diversi contesti in cui vive il soggetto: famiglia, comunità locale, attraverso la costruzione di reti di relazione.
L’azione educativa si realizza in orario extra scolastico attraverso interventi individuali e attraverso interventi destinati a piccoli gruppi.

SIL
Il Servizio Inserimenti Lavorativi (S.I.L.) nasce come risposta “specialistica”dei Servizi Sociali alla richiesta da parte di persone disabili di aiuto all’acquisizione di un ruolo sociale attivo.
Il compito del Servizio è quello di occuparsi, su tutto il territorio del Consorzio, dell’utenza disabile in possesso di effettive abilità tali da permettere la progettazione ed attuazione di percorsi individuali destinati all’approccio al mondo del lavoro.
Il S.I.L. collabora con i Centri per l’Impiego di Settimo T.se e Chivasso, ai sensi della Legge 68/99, con i Servizi Inserimenti Lavorativi dei Consorzi limitrofi, con le Agenzie scolastiche e professionali, con il Settore della Cooperazione Sociale e il mondo produttivo.
Il S.I.L. si rivolge a persone disabili i cui bisogni sono molteplici e variano dal bisogno di assumere un ruolo sociale, alla necessità di esprimere le proprie abilità e capacità, la propria identità e dignità sociale. La finalità ultima del Servizio è quella dell’integrazione sociale e lavorativa del disabile, attraverso l’approccio al mondo del lavoro in base ad un progetto personalizzato rapportato alle effettive capacità personali.

_____________

Raf Diurna Carane di Uka
Servizio di Residenza Assistenziale Flessibile rivolto a persone disabili ultraquattordicenni, per la maggior parte residenti nel territorio della Circoscrizione 7 e portatrici di un deficit cognitivo associato a compromissioni di natura organica. Vengono garantite attività di tipo assistenziale, educativo e riabilitativo e di supporto alla famiglia.
Carta del Servizio Carane di Uka

info
via Deledda, 5 – Torino
caranediuka@esserci.net

_____________

SAD – Servizio di Assistenza Domiciliare per minori e persone con disabilità
Servizio di assistenza domiciliare rivolto a persone con disabilità, autorizzato da Comune/ASL, propone l’intervento domiciliare di un OSS o di un assistente familiare a seconda della gravità del caso cercando di migliorare la propria condizione psicologica/fisica.
sadtorino@esserci.net

Back To Top